FEDERAZIONE ITALIANA PRODUTTORI DI PIANTE OFFICINALI
 
EVENTI
 
7-8-21-22 OTTOBRE E 11-12-25-26 NOVEMBRE
 
9 settembre 2017
 
30 Giugno 2017 - Catania Via Paolo Gaifami 18
 
CENTRO FIERA S.p.A. Via Brescia, 129 - 25018 Montichiari (BS) - Italy - 25 Marzo
 
BLOG
 
FORUM BIENNALE FEDERAZIONE PRODUTTORI PIANTE OFFICINALI
 
Piano di settore, Osservatorio economico e dati statistici della filiera delle piante officinali
 
contratti scritti, tempi di pagamento certi e fissati per legge dal 24 ottobre di quest'anno
 
 
AREA RISERVATA
 
INVIA LA RICHIESTA DI ADESIONE ALLA F.I.P.P.O.
clicca qui sotto
NOTIZIE
 
Impianti d'essiccazione e distillazione
 
Impianti di distillazione
 
Sistemi d'essiccazione
 
Istituzione tavolo tecnico
 
INFORMAZIONI UTILI
Piante officinali e derivati > Oli essenziali

Gli oli essenziali sono estratti per distillazione diretta al vapore delle piante officinali fresche o talora essiccate. La distillazione per corrente di vapore è la più comune e consiste nello sfruttare la differenza dei punti di ebollizione delle sostanze da separare.

In questo processo il liquido è trasformato in vapore e poi raffreddato velocemente e condensato in forma liquida. La distillazione con vapore produce oli essenziali di alta qualità e purezza. Può avvenire per fuoco diretto oppure per corrente di vapore. Il primo metodo consiste nell'immergere il materiale da distillare in acqua che poi verrà riscaldata fino ad ebollizione. Il suo vapore, che avrà con se anche gli oli essenziali estratti dal materiale immerso in acqua, verrà poi raffreddato in un apposita serpentina. Il prodotto sarà una miscela di olio essenziale ed acqua. Basterà sottoporlo a decantazione o centrifugazione per effettuare la separazione dei due elementi.

Il secondo metodo, più utilizzato, consiste nel far passare attraverso la massa di prodotto da estrarre una corrente di vapore acqueo. Il quale vapore catturerà gli oli essenziali che saranno poi separati dall'acqua attraverso sempre decantazione o centrifugazione. Il tempo a cui il materiale sarà sottoposto al calore dovrà essere il più breve possibile cosi da ridurre il deterioramento del prodotto.