FEDERAZIONE ITALIANA PRODUTTORI DI PIANTE OFFICINALI
 
BLOG
 
FORUM BIENNALE FEDERAZIONE PRODUTTORI PIANTE OFFICINALI
 
Piano di settore, Osservatorio economico e dati statistici della filiera delle piante officinali
 
contratti scritti, tempi di pagamento certi e fissati per legge dal 24 ottobre di quest'anno
 
 
AREA RISERVATA
 
INVIA LA RICHIESTA DI ADESIONE ALLA F.I.P.P.O.
clicca qui sotto
NOTIZIE
 
Impianti d'essiccazione e distillazione
 
Impianti di distillazione
 
Sistemi d'essiccazione
 
Istituzione tavolo tecnico
 
BLOG
30-11-2012
Le novità dell'Art. 62 nella cessione di prodotti agricoli

In base all’Art. 62 del D.L. 01/2012, cd. “Decreto Liberalizzazioni”, dal 24/10/2012, le regole per la compravendita dei prodotti agricoli cambieranno. Non tanto per effetto dell’obbligo della stesura del contratto in forma scritta ma per l’obbligo di rispettare i termini di pagamento di trenta o di sessanta giorni che decorrono dall’ultimo giorno del mese di ricevimento della fattura nel rispetto della normativa fiscale.

Si tratta di una normativa sostanziale di favore per il settore agricolo, i pagamenti dovranno avvenire entro termini ragionevoli, ma gli agricoltori dovranno anche considerare che a loro volta sono acquirenti di prodotti agricoli, ad esempio foraggi, mangimi, ecc., che dovranno pagare entro i termini di trenta o sessanta giorni. Il rispetto dei termini di Legge è perentorio e prescinde dall’accordo tra le parti, cosicché anche se le parti concordano un termine di pagamento superiore ai sessanta giorni, comunque l’Autorità garante per la concorrenza ed il mercato, mediante i controlli effettuati dalla Guardia di Finanza, può applicare una sanzione da 500 euro a 500.000 euro, sanzione determinata facendo riferimento al fatturato del debitore ed alla misura dei tardivi pagamenti.

La fattura dev’essere emessa separatamente per i prodotti deteriorabili da quelli non deteriorabili.

La Norma non si applica nei seguenti casi:

  1. ai  conferimenti dei prodotti agricoli, ittici alle società cooperative agricole, comprese le organizzazioni di produttori di cui il produttore è socio;
  2. alle cessioni istantanee;
  3. alle cessioni nei confronti dei privati consumatori.

 In concreto nasce l’obbligo di redigere un contratto in forma scritta per la cessioni di prodotti agricoli con obbligo di pagamento entro determinati termini e cioè trenta giorni per i prodotti deteriorabili e sessanta giorni per quelli non deteriorabili. La norma si riferisce esclusivamente alle cessioni tra operatori commerciali (la cui consegna avviene nel territorio italiano) e non in caso di cessione a privati.

Inoltre, i contratti devono avere un contenuto obbligatorio la cui mancanza comporta la nullità automatica della scrittura.

Il contenuto obbligatorio dovrà indicare:

  • la durata;
  • la quantità ed il prezzo;
  • la qualità e le caratteristiche del prodotto venduto;
  • le modalità di consegna;
  • le modalità di pagamento.

In merito a queste ultime disposizioni, come sopradetto, la norma diviene molto intransigente e specifica i tempi del pagamento, che sono fino ad un massimo di 30 giorni dalla data di consegna o dal ritiro per le merci deteriorabili e massimo di 60 giorni per tutte le altre merci.

La forma scritta può essere soddisfatta con qualsiasi modalità di comunicazione scritta, anche in forma elettronica, o fax ovvero gli elementi obbligatori del contratto possono essere contenuti, in  contratti di cessione o accordi quadro, oppure nei documenti di trasporto o di consegna, nelle fatture e negli ordini di acquisto.

Le sanzioni pecuniarie partono da un minimo di €. 516,00 sino ad un massimo di 20.000 euro per le violazioni sul contenuto minimo contrattuale.

 In caso di mancato pagamento nei termine stabiliti scattano gli interessi in mora.

MODELLO DEL CONTRATTO DISPONIBILE PER I SOCI FIPPO NELL'AREA RISERVATA -  SEZIONE DOCUMENTI ARCHIVIO CONDIVISO 2012

Commento a cura del dr. Giuseppe D'Alessandro - socio FIPPO